decreto-maggio-ecobonus-110.jpg

Ecobonus 110%: la guida ai lavori possibili, requisiti e prodotti Bticino coinvolti.

Il Decreto Rilancio, nell’ambito delle misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, causate dall’emergenza epidemiologica da Covid-19, ha innalzato al 110% l’aliquota di detrazione delle spese sostenute per interventi finalizzati al migliore efficientamento energetico.

COS’È IL SUPERBONUS 110% E CHI PUÒ FARNE RICHIESTA

superbonus.jpg

Il Superbonus è un’agevolazione introdotta dal Decreto Rilancio che innalza al 110% l’aliquota di detrazione delle spese sostenute a far data dal 1° luglio 2020 fino al 31 dicembre 2021 (fino al 20 giugno 2022 per edifici IACP), per specifici interventi finalizzati in materia di efficienza energetica, di interventi antisismici, di installazione di impianti fotovoltaici o di apparecchi per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici.

Il Superbonus si applica agli interventi effettuati da:

  • condomìni e/o unità immobiliari indipendenti, nel caso di prima e/o seconda casa;

  • persone fisiche, escluse dell’esercizio di attività di impresa, arti e professioni, che possiedono la titolarietà dell’immobile oggetto dell’intervento;

  • istituti autonomi come case popolari (IACP) o altri istituti che rispondono ai requisiti della legislazione europea in materia di “in house providing”;

  • cooperative di abitazione a proprietà non condivisa;

  • onlus e associazioni di volontariato;

  • associazioni e società sportive dilettantistiche, con la limitazione ai lavori destinati ai soli immobili, o parti di essi, adibiti a spogliatoi.

Il Superbonus non si può applicare per interventi effettuati in:

  • edifici di nuova costruzione;

  • ampliamenti;

  • unità immobiliari residenziali appartenenti alle seguenti categorie catastali A1 (abitazioni signorili), A8 (ville) e A9 (castelli).